GINECOLOGO – OSTERICO SPECIALISTA DI FERTILITA – MD, MSC, MMSC, PHD

Fecondazione in vitro

La fecondazione in vitro (FIVET) è una tecnica farmacologica utilizzata per la prima volta con successo nel 1978 in cui le ovaie di una donna vengono stimolate al fine di produrre un maggior numero di ovociti, che vengono poi prelevati e fecondati in laboratorio con lo sperma del partner (o di un donatore). Gli embrioni ottenuti vengono tenuti in coltura ​​per 3-5 giorni, a quel punto i migliori, 1 o 2 embrioni, vengono trasferiti nell’ utero.

Procedura FIVET

Una procedura di fecondazione in vitro presso una PMA prevede le seguenti fasi:

  1. Preparazione all’iperstimolazione ovarica controllata (COH)
  2. Terapia di iperstimolazione ovarica controllata
  3. Prelievo degli ovociti
  4. Elaborazione dello sperma
  5. Fecondazione degli ovociti in laboratorio
  6. Selezione dei migliori embrioni da trasferire
  7. Trasferimento degli embrioni
  8. Crioconservazione (congelamento) degli embrioni rimanenti (se a seguito del trasferimento embrionali ci sono embrioni in eccesso. Gli embrioni possono essere congelati ed essere utilizzati in un secondo momento, ad un costo molto più basso rispetto a un ciclo completo di fecondazione in vitro).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email