Ovodonazione in Grecia

Accesso e procedura dell’ovodonazione

Le indicazioni per accedere all’ovodonazione sono:

  • esaurimento della funzione ovarica;
  • menopausa precoce fisiologica;
  • menopausa chirurgica (asportazione parziale o totale delle ovaie);
  • malattie genetiche trasmissibili alla prole;
  • plurimi fallimenti di fecondazione nelle tecniche di procreazione assistita;
  • plurimi fallimenti di annidamento embrionale;
  • endometriosi.

Per motivi medici si accettano per il trattamento, donne fino ad un’età massima di 51anni compiuti.

La procedura di ovodonazione prevede tre fasi:

  1. attivazione del sistema riproduttivo della donna ricevente affinché l’endometrio sia pronto a ricevere gli embrioni;
  1. gli ovociti donati vengono fecondati attraverso FIVET (mettendo a contatto gli ovuli e gli spermatozoi del partner o, nel caso, del donatore) oppure ICSI (in ogni ovocita si inietta uno spermatozoo opportunamente selezionato);
  1. trasferimento degli embrioni nell’utero della ricevente con una procedura ambulatoriale che non richiede né anestesia né ricovero. Il numero degli embrioni da trasferire viene determinato dai medici.